Ottobre 24, 2021

banner2

Sentenza di annullamento sospensione docente

Testo della sentenza del Tribunale del Lavoro di Cosenza

Importante sentenza, il dirigente scolastico non può sospendere i docenti

avv. Rosamaria Ventura

Vittoria dell’AND al Tribunale di Cosenza.

I dirigenti scolastici non possono sospendere i docenti. Il Miur la smetta di parteggiare!

Nota alla sentenza della Corte di Cassazione del 31/10/2019 n. 28111

Mobilità interprovinciale docenti, giudice accoglie ricorso avvocati dell’AND

 

Riconosciuto il diritto al trasferimento interprovinciale nel comune di residenza o negli altri comuni della provincia di Cosenza, secondo l’ordine espresso nella domanda di trasferimento.

Tribunale di Bari, riconosciuto il diritto alla mobilità interprovinciale

 

Con recente sentenza del 17 ottobre 2019 il Tribunale di Bari - Sezione lavoro, ha accolto un ricorso per il riconoscimento del diritto alla mobilità territoriale interprovinciale. Il docente, assistito dall’Associazione Nazionale Docenti e difeso dall’avvocato Vincenzo Tiano del Foro di Cosenza, ha visto riconosciuto il diritto all’assegnazione dell’ambito territoriale Calabria 0003 in relazione allo svolgimento della fase B delle operazioni straordinarie di mobilità per l’anno scolastico 2016/2017.

I misteri dell’algoritmo e le certezze dei docenti danneggiati

 

Dal Consiglio di Stato ancora una severa censura all’operato del MIUR

Mobilità, riconosciuto il diritto al rientro ex titolare

 

Riconosciute le tesi sostenute dall'Associazione Nazionale Docenti

Con recente sentenza del 17 settembre 2019 il Tribunale di Castrovillari ha accolto un ricorso promosso da un docente di Cosenza per il riconoscimento del diritto alla mobilità territoriale, in particolare il diritto al rientro nella scuola di ex titolarità da dove era stato trasferito nell’ottennio precedente.

Carta docenti, spetta anche agli educatori dei convitti

 

Il Tribunale di Arezzo riconosce ad un educatore il diritto all’assegnazione della Carta elettronica per l'aggiornamento e la formazione.

I 500 € previsti dalla legge sulla “buona scuola” n. 107/2015 spettano anche agli educatori!

Cassazione, imporre più lavoro giustifica il risarcimento

 

Si viola l’articolo 36 della Costituzione recante i principi di determinazione dell’orario di lavoro e della giusta retribuzione. Una sentenza che ben può essere richiamata riguardo al fenomeno diffuso in molte scuole di imporre ai docenti, prima dell’inizio delle lezioni, l’obbligo di essere presenti a scuola, pur non essendo programmate attività e oltre le ore previste dal contratto.

Image

SEDE LEGALE

AND, Viale degli Alimena, 61
87100 Cosenza
Tel. +39 0984645690 - 098427572

© 2021 AND. All Rights Reserved

Image
Policy Cookie

Questo sito utilizza dei cookie che ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie o negare il consenso cliccando su "Leggi Informativa". Proseguendo la navigazione o cliccando su "Accetto" acconsenti all'uso dei cookie.