Aprile 15, 2021

banner2

Campagna referendaria legge 107/2015

Costituito il comitato referendario

È nato il Comitato promotore del referendum abrogativo di parti della legge 107/2015. Un impegno unitario, che si collocherà in una allargata stagione di referendum sociali, per ridare voce ai cittadini e ristabilire alcuni punti nodali della scuola della Costituzione, violata dalla riforma Renzi. Movimenti, associazioni e sindacati nazionali di docenti, studenti e genitori avranno – su delibera unanime – la titolarità delle decisioni e della gestione dei quesiti referendari, che verteranno su chiamata diretta da parte dei dirigenti scolastici, School Bonus, Comitato di valutazione, alternanza scuola-lavoro.

Auspichiamo che a questo progetto vogliano concorrere altre realtà associative e sindacali di ispirazione democratica, aderendo entro l’inizio della raccolta delle firme al Comitato promotore.

Manifesto per la difesa della Scuola Pubblica Statale Libera e Democratica

Riceviamo e volentieri pubblichiamo

La legge n. 107 del 9 luglio 2015 ha soppresso la libertà e la democrazia nella scuola pubblica di Stato.

Nell’approvarla nonostante il netto e pressoché unanime dissenso espresso dal mondo della scuola in tutte le sue componenti, il Parlamento ha compiuto il lungo percorso di dismissione della funzione civile dell’istruzione statale avviato con l’autonomia scolastica. L’autonomia organizzativa e gestionale ha cancellato l’unitarietà del sistema e ha posto i singoli istituti scolastici in competizione tra loro, privando l’istruzione della sua natura di diritto/dovere e trasformandola in una merce, soggetta alle leggi della domanda e dell’offerta.

Amputata della propria funzione civile, l’istruzione pubblica è stata ridotta alla mera funzione economica, per il controllo della quale si è istituito il Sistema Nazionale di Valutazione, che determina gli obiettivi didattici e commissaria gli istituti scolastici che ad essi non si conformino.

Piano straordinario assunzioni. Domande su istanze online dal 28 luglio al 14 agosto 2015

Pubblicata nei giorni scorsi il previsto decreto del Direttore Generale per il Personale scolastico  del Miur contenente l’informativa sul piano straordinario di assunzioni prevista dalla legge 107/15, appena entrata in vigore. Ecco le informazioni fornite dall'Amministrazione con relativa tempistica circa le 102.734 assunzioni previste:

Organico aggiuntivo, circolare del Miur

Avviata la procedura di acquisizione del fabbisogno dell’organico del potenziamento ai fini dell’attuazione della fase C del piano assunzionale.

Le scuole dovranno definire le proposte tra il 10 e il 15 ottobre 2015.

 Il Miur individua le aree di intervento che riconduce a titolo esemplificativo ad una serie di campi tendenzialmente corrispondenti alle aree disciplinari degli insegnamenti.

“Vengono pertanto individuati sette campi di potenziamento dell’offerta formativa per le scuole di secondo ciclo e sei per quelle di primo ciclo, in quanto, per quest’ultime, l’area disciplinare socio-economica e per la legalità risulta esprimibile, per ragioni di afferenza ordinamentale, nello stesso campo dell’area umanistica.”

I docenti dell’Università della Calabria bocciano il DDL Renzi-Giannini

Appello dei Docenti del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università della Calabria contro il DDL Scuola

Onorevoli Deputati e Senatori, siamo docenti del Dipartimento di Studi Umanistici dell'Università degli Studi della Calabria. Come cittadini e come professori intendiamo manifestarvi la nostra contrarietà alla "riforma" scolastica proposta dal Governo. Riprendiamo l’Appello promosso dai nostri colleghi di Lettere dell’Università di Roma “La Sapienza” e Vi indichiamo, in estrema sintesi, soltanto le principali ragioni del nostro dissenso, mentre vi chiediamo un incontro per una discussione più approfondita.

Piano assunzioni: pubblicati i dati relativi alle domande presentate divise per gradi scolastici e classi di concorso

Resi noti dal Miur le tabelle analitiche relative alle procedure di assunzioni in ruolo per le fasi b) e c).

Un primo prospetto riguarda le domande presentate suddivise per singolo insegnamento e per il sostegno. Un secondo prospetto riguarda le disponibilità generali residue nelle varie province per la fase b), che non tiene conto delle singole classi di concorso della scuola secondaria.

In allegato i due prospetti.

Testo integrale DDL presentato alla Camera con le modifiche del Senato (AC N. 2994-B)

Il 26 giugno, giorno dopo l’approvazione al Senato, il maxi-emendamento è stato inviato alla Camera per la seconda lettura. Entro le ore 14.00 di oggi la presentazione degli emendamenti. 

Di seguito il link  della Camera per seguire l’iter del procedimento legislativo ed in allegato il testo integrale (disegno di legge n.2994 B)

Piano assunzioni, il Miur apre una sezione dedicata del proprio sito

Il Miur pubblica sul portate istruzione.it una sezione dedicata al piano di assunzioni per il 2015/16 così come previsto dalla Legge 107 del 13 luglio 2015.

All’interno della sezione sono pubblicate anche le FAQ relative alle varie problematiche che interessano la procedura di partecipazione.

DDL scuola, il testo su cui oggi si voterà la fiducia

Di seguito pubblichiamo il testo del maxiemendamento sul quale oggi al Senato si voterà la fiducia.

Il Paese si prepara alla votazione dell’editto con cui si cancellerà ogni forma di democrazia nelle nostre scuole. La speranza e che quella manciata di voti che può venire dalla minoranza del PD possa rovesciare un risultato che, con sicumera arroganza, Renzi da per scontato.

Una situazione grottesca e paradossale.

Grottesca perché mai nel nostro Paese è stata posta la fiducia su provvedimenti legislativi che riguardano la scuola.

Paradossale perché proprio la forza politica che più di altre avrebbe dovuto garantire democrazia, libertà e solidarietà abbia subito una mutazione genetica così profonda da renderla la più strenua avversaria di questi valori. Ma ciò che lascia ancor più interdetti è l’atteggiamento dei dirigenti e dei parlamentari di questo partito, ormai ridotti ad un ruolo di meri replicanti, di yes men, senza più alcuna percezione del proprio ruolo e della responsabilità verso la fiducia in loro posta da chi li ha eletti e verso il Paese. L’augurio è che possano riprendersi dal torpore, prima di votare una fiducia che condannerebbe la scuola e il nostro Paese ad un inarrestabile declino.

Image

SEDE LEGALE

AND, Viale degli Alimena, 61
87100 Cosenza
Tel. +39 0984645690 - 098427572

© 2021 AND. All Rights Reserved

Image
Policy Cookie

Questo sito utilizza dei cookie che ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Puoi prendere visione dell'informativa estesa sull'uso dei cookie o negare il consenso cliccando su "Leggi Informativa". Proseguendo la navigazione o cliccando su "Accetto" acconsenti all'uso dei cookie.